SCENARIO

Il settore beauty & cosmetico sta vivendo un’importante trasformazione verde e la sostenibilità sta acquisendo sempre più rilievo nelle decisioni strategiche delle case di cosmetica, guidando la creazione e lo sviluppo dei prodotti.

Negli ultimi anni, i consumatori sono diventati molto sensibili alle tematiche legate al rispetto dell’ambiente, al cambiamento climatico, al rispetto dei diritti umani e alla crescita sostenibile, incoraggiando le aziende ad assumersi le proprie responsabilità e a prendere decisioni concrete verso il raggiungimento di uno scopo comune, un’economia sostenibile, inclusiva ed equa.

L’innovazione è certamente un fattore chiave della sostenibilità nel settore cosmetico e riguarda non solo la formulazione del cosmetico vero e proprio, ma anche la produzione degli ingredienti, la loro biodegradabilità e le modalità di smaltimento degli imballaggi; tutto ciò contribuisce a minimizzare l’impatto ambientale complessivo.

Una sfida tra tutte resta l’eliminazione totale delle micro-plastiche nei prodotti cosmetici. Lo scenario attuale che stiamo vivendo ci indica che dobbiamo cambiare il rapporto uomo-natura, favorendo una riconversione Green dell’economia. È paradossale che uno dei settori più importanti del made in Italy stia continuando ad utilizzare, volontariamente, ingredienti di derivazione petrolchimica come le micro-plastiche che possono contaminare il pianeta e mettere a rischio la salute di tutti i viventi.

Ad oggi circa il 44,7% dei cosmetici a connotazione naturale e sostenibile è entrato a far parte del consumo quotidiano delle famiglie; seguono i saloni professionali di acconciatura ed estetica (18,7%) e la profumeria (11,2%).

In questo momento a livello normativo non esiste una definizione univoca dei
concetti di ‘naturale/ bio’ e ‘sostenibilità ambientale’ riferita ai cosmetici.
Quindi, per permettere le rilevazioni statistiche sul settore, Cosmetica Italia ha
tracciato un perimetro di classificazione individuando due aree:

-cosmetici a connotazione naturale-biologica (alto numero di ingredienti
biologici o di origine naturale, conformità allo standard internazionale Iso
16128, certificazione naturale/biologica)

-cosmetici con connotazione di sostenibilità ambientale/green (processi
produttivi, caratteristiche dell’imballaggio, gestione sostenibile della filiera, impronta ambientale di prodotto).

CHROMAROMA

CHROMAROMA

ha sposato fin dall’inizio una filosofia basata fortemente sulla sostenibilità nei confronti dell’ambiente e degli esseri viventi. "Questo significa un impegno costante per offrire prodotti sicuri, bio-compatibili e con alte percentuali di naturalità."

Corporate Social Responsibility

I diversi obiettivi sono raggiungibili e attuabili attraverso la redazione di un documento di sostenibilità, che al suo interno presenta tre diverse valenze:

– la prima legata al monitoraggio degli impatti, la seconda ad un’autoanalisi aziendale e la terza legata ad un’attività di pianificazione strategica fino al risultato finale rappresentato dalla divulgazione delle virtuose pratiche di sostenibilità.

– Una rendicontazione finale, che può essere espletata attraverso due forme distinte e solo per certi aspetti complementari: da un lato la forma obbligatoria, che permette la creazione di un piano di gioco pari ed armonizzato per tutte le aziende che sono orientate verso una maggiore attenzione alle diverse tematiche CSR; l’altra affidata a forme di rendicontazione volontaria che garantiscono una maggiore flessibilità alle aziende, lasciando a loro il tempo di adattare i singoli processi interni.

Global Reporting Initiative

I nuovi GRI Standard, sviluppati dal gruppo di esperti del Global Sustainability Standards Board e validi per il settore cosmetico, sono stati ufficialmente lanciati nel 2016 e si tratta dei principali standard di riferimento globali per il Sustainability Reporting, rendicontazione della performance di sostenibilità di un’organizzazione/ impresa. La GRI, meglio conosciuta come Global Reporting Initiative, rappresenta un’organizzazione nata proprio con l’obiettivo di aiutare sia il pubblico che il privato a comprendere, misurare e comunicare l’impatto che una qualsiasi attività possa avere sulle varie dimensioni della sostenibilità (economica, ambientale e sociale) e i loro aspetti più disparati e dopo un processo articolato le vecchie linee guida (GRI GS Guidelines) sono state riformulate e aggiornate dando vita ai nuovi GRI Standards. Al fine di redigere un report di sostenibilità in conformità a questi standard, un’organizzazione applica i principi di rendicontazione per definire i contenuti del report utilizzando il principio GRI 101, punto di partenza per l’utilizzo dei GRI Standards, al fine di identificare gli impatti e i temi di natura economici, ambientali e materiali. All’interno dei GRI standards esistono 4 serie di dati: i primi sono gli standard universali, della serie 100, seguiti dagli standard specifici per i singoli temi, da quelli su temi economici (serie 200) a quelli su temi ambientali (serie 300) a quelli legati a temi sociali, con l’ultima serie 400. All’interno delle serie 200,300 e 400 esistono standard specifici di svariata natura, che permettono di correlare gli impatti dell’organizzazione sui diversi temi trattati di natura economica o ambientale. Esistono numerose possibilità di utilizzare i GRI standards e due sono le modalità più indicate: la prima ne prevede l’utilizzo come struttura unica per la redazione di un report di sostenibilità in conformità agli standard; la seconda contempla l’utilizzo di standard selezionati per rendicontare informazioni specifiche. A seconda della scelta effettuata esistono le corrispettive dichiarazioni di utilizzo, permettendo una totale trasparenza a livello degli standard che vengono applicati.

CHROMAROMA

CHROMAROMA

MANIFESTO ETICO

NATURAL PRODUCT
MADE WITH VEGETABLE INGREDIENTS
MADE WITH BIODEGRADABLE INGREDIENTS
MADE WITH BOTANICAL EXTRACTS
100%RECYCLABLE PACKAGING
100%MADE IN ITALY

Ad oggi il 100% dei nostri pack è riciclabile: abbiamo eliminato dalle nostre formulazioni ingredienti controversi e principalmente quelli derivati dalla sintesi petrolchimica potendo affermare orgogliosamente uno dei nostri principi cardine:

“ prodotti puliti per l’ambiente e per le creature viventi ”

Siamo costantemente impegnati nei confronti della sostenibilità attraverso la realizzazione di formule ad alta concentrazione in ingredienti di origine vegetale.

Combinare alte percentuali di ingredienti attivi di origine vegetale per CHROMAROMA è una sfida nella ricerca e sviluppo dei prodotti: l’obiettivo è la selezione e l’utilizzo di ingredienti a basso impatto ambientale sapientemente combinati al fine di sfruttare le proprietà benefiche di ogni componente, riconosciute dalla comunità medico-scientifica. Il tutto senza compromettere qualità, performance, sicurezza, efficacia e comfort sensoriale.

Ci stiamo impegnando a contribuire in modo attivo al cambiamento, reinventando gli standard del settore cosmetico, puntando, passo dopo passo, ad una vera e propria Scienza Naturale della Bellezza attraverso l’aiuto della:

“ natura che cura ”

Le materie prime che selezioniamo, in una VISION di cosmesi sostenibile, sono ottenute secondo i principi della chimica verde basandosi su processi che rifiutano gli stadi di sintesi chimica nonché l’uso di solventi oltre al costante impegno contro lo spreco di energia.

Sostenibile significa che la risorsa o la materia prima deve essere sempre reperibile possibilmente nel territorio nazionale e la sua produzione o raccolta non deve causare danni all’ambiente.
In una cosmetica sostenibile, l’approvvigionamento di materie prime alternative e a basso impatto colturale è fortemente sentito visto che rifiutiamo di utilizzare quelle di origine petrolchimica.

Le condizioni di lavoro di chi opera sulla filiera devono essere sicure e decorose; le modalità di coltivazione devono contribuire al miglioramento della vita delle persone coinvolte nella filiera produttiva oltre a contribuire alla cura del territorio in un ottica di conservazione e salvaguardia dalle pratiche agricole depauperanti. 

Ci assicuriamo che questi standard vengano pienamente rispettati al fine di ridurre l’impatto ambientale e umano.

Eliminare le micro-plastiche e gli interferenti endocrini dai cosmetici da risciacquo è un imperativo assoluto per la salvaguardia degli esseri viventi, per l’ambiente terrestre, fluviale e marino. Ciò significa che non è più sufficiente fare un buon prodotto in termini di efficacia e sicurezza ma è necessario preventivamente produrre uno studio di fattibilità al fine di quantificare l’impatto ambientale generato dalla sua produzione e dal suo utilizzo. L’analisi preventiva e la valutazione dell’impatto bioambientale è il faro che ci guida prima della progettazione e creazione di ogni prodotto commercializzato.

Infine i consumatori svolgono un ruolo chiave nella promozione di prodotti sostenibili perché la loro domanda aiuta ad orientare e definire pratiche e azioni sostenibili. Con le loro decisioni di acquisto, i consumatori di cosmetici naturali e biologici possono contribuire a ridurre l’impatto ambientale globale dei cosmetici, sostenendo marchi e prodotti che promuovono pratiche rispettose per proteggere il futuro del nostro pianeta.

Ad oggi il 100% dei nostri pack è riciclabile: abbiamo eliminato dalle nostre formulazioni ingredienti controversi e principalmente quelli derivati dalla sintesi petrolchimica potendo affermare orgogliosamente uno dei nostri principi cardine:

“ prodotti puliti per l’ambiente e per le creature viventi ”

Siamo costantemente impegnati nei confronti della sostenibilità attraverso la realizzazione di formule ad alta concentrazione in ingredienti di origine vegetale.

Combinare alte percentuali di ingredienti attivi di origine vegetale per CHROMAROMA è una sfida nella ricerca e sviluppo dei prodotti: l’obiettivo è la selezione e l’utilizzo di ingredienti a basso impatto ambientale sapientemente combinati al fine di sfruttare le proprietà benefiche di ogni componente, riconosciute dalla comunità medico-scientifica. Il tutto senza compromettere qualità, performance, sicurezza, efficacia e comfort sensoriale.

Ci stiamo impegnando a contribuire in modo attivo al cambiamento, reinventando gli standard del settore cosmetico, puntando, passo dopo passo, ad una vera e propria Scienza Naturale della Bellezza attraverso l’aiuto della:

“ natura che cura ”

Le materie prime che selezioniamo, in una VISION di cosmesi sostenibile, sono ottenute secondo i principi della chimica verde basandosi su processi che rifiutano gli stadi di sintesi chimica nonché l’uso di solventi oltre al costante impegno contro lo spreco di energia.

Sostenibile significa che la risorsa o la materia prima deve essere sempre reperibile possibilmente nel territorio nazionale e la sua produzione o raccolta non deve causare danni all’ambiente.
In una cosmetica sostenibile, l’approvvigionamento di materie prime alternative e a basso impatto colturale è fortemente sentito visto che rifiutiamo di utilizzare quelle di origine petrolchimica.

Le condizioni di lavoro di chi opera sulla filiera devono essere sicure e decorose; le modalità di coltivazione devono contribuire al miglioramento della vita delle persone coinvolte nella filiera produttiva oltre a contribuire alla cura del territorio in un ottica di conservazione e salvaguardia dalle pratiche agricole depauperanti. 

Ci assicuriamo che questi standard vengano pienamente rispettati al fine di ridurre l’impatto ambientale e umano.

Eliminare le micro-plastiche e gli interferenti endocrini dai cosmetici da risciacquo è un imperativo assoluto per la salvaguardia degli esseri viventi, per l’ambiente terrestre, fluviale e marino. Ciò significa che non è più sufficiente fare un buon prodotto in termini di efficacia e sicurezza ma è necessario preventivamente produrre uno studio di fattibilità al fine di quantificare l’impatto ambientale generato dalla sua produzione e dal suo utilizzo. L’analisi preventiva e la valutazione dell’impatto bioambientale è il faro che ci guida prima della progettazione e creazione di ogni prodotto commercializzato.

Infine i consumatori svolgono un ruolo chiave nella promozione di prodotti sostenibili perché la loro domanda aiuta ad orientare e definire pratiche e azioni sostenibili. Con le loro decisioni di acquisto, i consumatori di cosmetici naturali e biologici possono contribuire a ridurre l’impatto ambientale globale dei cosmetici, sostenendo marchi e prodotti che promuovono pratiche rispettose per proteggere il futuro del nostro pianeta.

back to top